Rietina di Campobello di Licata

Sharing is caring!

DSC01868

La terza domenica di Agosto si Festa della Madonna dell’Aiuto (“La Bedda Matri di l’Aiutu”), vespro, messa solenne e processione e la rietina, un evento tipicamente siciliano che si svolge in varie città dell’isola. L’evento di maggior spessore è quello che si svolge a Campobello di Licata sin dal 1737. Si svolge ogni anno ad agosto durante la ricorrenza della festa della Madonna dell’aiuto. La Rietina è una sfilata di carretti siciliani che attraversano l’intera cittadina accompagnati da gruppi folkloristici. Al termine della sfilata si svolge l’asta per aggiudicarsi la bandiera della Madonna “La Bannera” che viene assegnata al miglior offerente, partecipano all’asta persone che hanno fatto una promessa alla Madonna dell’Aiuto, il denaro raccolto viene donato alla chiesa Madre. L’evento attira numerosi turisti che si recano a Campobello di Licata da ogni parte della Sicilia e non solo.

2016 partecipano più di 100 carretti

Provenienti da tutta la Sicilia ,hanno permesso che si svolgesse la più grande manifestazione del genere ,molti i cavalli da tiro di notevole spessore ,tra le razze spicca lo SHIRE   un cavallo enorme ha un’altezza che varia dai 165 cm ai 180 cm e un peso che va dagli 800 Kg ai 1000 Kg.

DSC01908

Il Falabella invece è tra i cavalli più piccoli che abbinati ai  carretti siciliani ha permesso di fare qualcosa di spettacolare e veramente bello da vedere .

14054218_10202155491525808_6001277907823465960_n

I carri sono ornati da spettacolari ornamenti e da pitture che ritraggono scene di orlando furioso e anche rappresentazioni sacre ,come vuole la tradizione ormai secolare ,molti sono scolpiti nel legno e hanno un notevole valore artistico .

DSC01878

Questa festa è un raduno di carretti che negli ultimi anni è stato rivalutato e la cittadina risponde bene sia nell’organizzazione dell’evento sia nell’ospitare gli “ospiti” carrettieri .

213-12-36-49-9418

Campobello ha una delle fontane più belle della Sicilia chiamata il canale (1650), antico abbeveratoio collegato al torrente Canale, il quale delimita ad ovest la cittadina.

Sharing is caring!

Lascia un commento