iBan IT09P0760105138219884219887

Il valore della biodiversità !

Sharing is caring!

La biodiversità come valore economico di sviluppo non è mai stata presa in considerazione dai politici e amministratori ,un tesoro immenso mai sfruttato e conservato per lo più da semplici  appassionati .t.r.s.———ECCO COSA PROPONE T.R.S (TUTELA RAZZE SICILIANE )

Linee programmatiche del progetto “Siciliare”

15/09/2017

Panoramica

1.    Chi siamo

 Tutela razze siciliane (T.R.S ) è la prima associazione siciliana che si occupa di biodiversità ,valorizza le razze ,le varietà vegetali e i prodotti siciliani ,siciliare concretizza tutto in un progetto economico di sviluppo agricolo .

 

2.    Le nostre quattro  proposte in materia di sviluppo agricolo

·    L’associazione vuole interfacciarsi con la politica per risolvere i problemi imminenti nel comparto agricolo territoriale ,problematiche burocratiche che creano ostacolo allo uno sviluppo economico siciliano

·    1)

·    Adozione dei regolamenti della legge Born in Sicily Legge 19 del 18 Novembre 2013 )

·

·    2)      

·    Inserimento nei  bandi del P.S.R 2014 -2020 di  tutta la biodiversità regionale             (Animale  ,vegetale e alimurgica ) con l’adozione dei registri e degli agricoltori custodi .

·

·    3)

·    Adozione dei codici doganali sui prodotti esteri e siciliani  per controllare l’import ed export e certificarne l’origine al fine di favorire il 100% siciliano .

·    4)

·     Adozione delle etichette intelligenti sui prodotti Born in Sicily  ,tracciabilità per mezzo di app telefonica .   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1)

Adozione

Regolamenti

 Della legge regionale “Born in Sicily” legge 19 del

 

  • E’ necessario che la legge sul “Born in Sicily” trovi piena applicazione, a cominciare dall’adozione dei regolamenti, alla nomina della Commissione Tecnico-Scientifica e all’istituzione del repertorio volontario regionale”. Sono passati ben quattro anni dalla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale e non sono stati istituiti tutti gli  strumenti utili per attuare la legge ,che prevede anche   la  figura dell’”agricoltore custode” e  la costituzione  di una Commissione paritetica di Borsa merci avente lo scopo di rilevare, indicare e formare i prezzi. Strumenti molto importanti che servono per la scrittura dei bandi del P.S.R che scadono il 2020 . Una legge che impegna la Regione a promuovere politiche di sviluppo, promozione e salvaguardia degli agroecosistemi e delle produzioni di qualità ,tutela le risorse genetiche delle razze ,varietà ed ecotipi e Permette lo studio e il censimento in appositi elenchi regionali di tutte le razze e le le varietà vegetali ,non solo delle poche inserite   e questo permetterà un potenziamento delle risorse  di interesse agrario .L’attuazione  dei regolamenti permetterà  di organizzare le singole fasi delle filiere agroalimentari e si creerà un sistema di certificazione della qualità merceologica  delle produzioni agroalimentari e con l’istituzione del  marchio si avrà la  rintracciabilità delle produzioni certificate.

 

2.

Inserimento nei  bandi del P.S.R 2014 -2020 di  tutta la biodiversità  regionale

 

  • La programmazione rurale per la Sicilia non ha mai considerato la biodiversità come una risorsa economica ,basti pensare che solo poche razze siciliane sono inserite nei P.S.R e gli avicoli risultano eternamente esclusi pur avendo ben quattro razze ,è necessario e urgente istituire una commissione scientifica e istituire registri per la biodiversità ,è oltretutto necessario individuare gli agricoltori custodi e attivarsi per un miglioramento genetico e produttivo della biodiversità autoctona . Maggiore attenzione deve essere posta per le razze e varietà a rischio estinzione e per la loro rivalutazione nei mercati ,in questo senso è da esempio la rivalutazione dei grani antichi ha fatto nascere una nuova economia e una filiera corta impensabile fino a qualche anno fa .Il sostegno economico deve indirizzarsi  ai piccoli produttori e alle filiere corte ,  ai “custodi” che allevino anche in modo amatoriale e che coltivino  e mantengano le tradizioni contadine .Le produzioni di nicchia garantiscono un minimo reddito di sopravvivenza e seppur nei mercati internazionali hanno poco spessore ,nei mercati locali fanno la differenza in termini di qualità .      
3.    Adozione dei codici doganali sui prodotti esteri e siciliani

Un sistema di codificazione che semplifica i passaggi delle merci a livello doganale e che permette di controllare tutti i passaggi delle merci, che vengono attraverso tale codice riconosciuti in maniera univoca. La fonte normativa della nomenclatura  e della tariffa doganale comune è costituita dall’allegato I del regolamento Cee n. 2658/87.  Utilizzando l’attuale sistema europeo denominato taric implementandolo con un sistema di controllo numerico al fine di controllare le importazioni ed esportazioni e allo scopo di diminuire le importazioni e aumentare le esportazioni .

 

4.     4 Adozione delle etichette intelligenti sui prodotti Born in Sicily  ,tracciabilità per mezzo di app telefonica .

 

 

Una volta inquadrato il codice a barre sulla confezione del prodotto, il  programma riassume tutte le informazioni presenti nell’etichetta e riporta anche le analisi chimiche e e indica quanto è sano quel prodotto. Riassume le principali caratteristiche positive e negative del prodotto, consigliando alternative più sane. Per usare l’app, basta inquadrare con lo smartphone il codice a barre oppure ricercare un prodotto manualmente. L’applicazione riporterà tutte le fasi ti passaggio di trasformazione e le aziende coinvolte ,inoltre il cliente avrà la possibilità di comparare il prodotto con uno a km zero e biologico .

 

 

 

Il Presidente                                                                                                                                                                                                Giovanni Cirasa

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *