Le varietà Siciliane di pomodoro “siccagno”

Sharing is caring!

 

Le varietà siciliane di pomodoro che venivano coltivate in Sicilia , senza l’uso di acqua erano circa una ventina , oggi purtroppo utilizzate solo da qualche contadino che ama ancora farsi l’orto utilizzando le vecchie varietà .

L’uso di queste varietà è molto importate in prospettiva dei cambiamenti climatici , dobbiamo sapere che la maggior parte  dell’acqua usata dall’uomo è proprio per uso irriguo e in Sicilia .Molti terreni hanno già manifestato segni di stanchezza e la maggior parte delle coltivazioni oggi avviene in serra ,anticipando il periodo di maturazione e apportando grosse quantità di acqua  . Chi ha superato i 50 anni si ricorda che il pomodoro veniva mangiato anche direttamente magari accompagnato dal pane , oggi i pomodori sono troppo pieni d’acqua e hanno perso quella concentrazione di sostanze nutritive e gustative , per questi motivi è auspicabile un ritorno a queste coltivazioni di nicchia , per riassaporare il gusto del pomodoro appena raccolto e per avere meno impatto ambientale possibile .

Le varietà sicuramente più conosciute e più reperibili sono quello di Villalba (Cl) e e quello di Vallelunga (CL ) ,di solito nel periodo di Marzo Aprile vendono le piantine a radica nuda in paese .

 

 

Vediamo le varietà che sono rimaste in Sicilia .

Pizzutello Giallo Marsala (TP)   Corleone Palermo   Massa Linosa Linosa (AG)
Sinacori Monreale (PA)   Poma Buseto Palizzolo (TP)   Ovale Partinico Partinico (PA)
Piriddu Siculiana (AG)   Pizzutello piccolo Paceco (TP)   Pilusiddu Siculiana (AG)
Vallelunga Vallelunga (CL)   Pomodoro rosso Buseto Palizzolo (TP)   Villalba Villalba (CL)
Pizzutello grosso Marsala (TP)   Stella Corleone (PA)  

Sicuramente interessanti le due varietà di Siculiana il piriddru e il Pilussidru non è raro vederlo coltivato nei bordi strada , anche se ultimante attaccato dalla “tuta absoluta ” che è un lepidottero di origine sudamericana, parassita di tutte le solanacee.

Giunta in Spagna nel 2006 è stata segnalata per la prima volta in Italia nel 2008 , in Sicilia nell’Agrigentino rappresenta un vero problema anche per queste varietà di nicchia .

 

Sharing is caring!

Lascia un commento