Iconografie della Cornuta di Caltanissetta

Sharing is caring!

Le monete antiche hanno da sempre avuto un significato simbolico , il messaggio poteva circolare assieme alla moneta e arrivare con lo scambio anche in terre lontane .                                                                                                        La Cornuta di Caltanissetta ha conservato questo simbolismo ,il simbolo  del gallo è frequentemente raffigurato in ambito monetale siciliano già a partire da VI sec .a.C.L’ immagine è da considerarsi  umanizzata , così come frequentemente succede per gli animali che figurano sulle monete greche.

Il gallo è legato  al culto di Giove ed Apollo, nonchè a quello di Mercurio ed Esculapio, si contrappone al serpente, che è un animale infido e velenoso e col suo morso porta alla morte e alle tenebre, mentre il gallo è solare e porta alla luce. E’ emblema di coraggio e di forza in battaglia, rappresenta la vigilanza, ed il suo canto annuncia l’arrivo del giorno e sveglia gli uomini dal sonno preparandoli alla battaglia anche quotidiano . 

La Zecca d’Himera inizia a coniare intorno al 525 A.C. I tipi adottati sono al dritto  un gallo cornuto   al rovescio  un quadrato incuso . Quando si adotterà la coniazione doppia fronte e retro  (dopo il 515), a rovescio rappresenta una gallina. 

La raffigurazione della Cornuta di Caltanissetta non è mai stata messa in risalto perchè non si conosceva la razza , e non si sapeva che il culto è rimasto vivo per millenni fino a raggiungere i giorni nostri . Questa razza rimane molto legata al territorio e costituisce ancora oggi un simbolo di fedeltà e affidabilità ,ancora oggi allevata come simbolo di coraggio e di lealtà .

Sharing is caring!

Lascia un commento