Ape Nera Sicula

L’ape nera sicula (Apis mellifera siciliana) ha popolato per millenni la Sicilia, fino agli anni settanta, quando gli apicoltori siciliani hanno importato api ligustiche dal nord Italia e quest’ape ha rischiato l’estinzione. Carlo Amodeo iniziò a dedicarsi al mondo dell’apicoltura nell’87’, ancora studente, collaborando con lo studioso ed entomologo siciliano Pietro Genduso che studiò per anni questa specie e i rischi che correva. Ancora oggi, Carlo Amodeo contribuisce a un programma di salvezza dell’ape siciliana portando avanti il progetto di reintroduzione dell’ape nera nel suo habitat riconoscendone il valore e il ruolo essenziale delle api nell’equilibrio degli ecosistemi. Infatti, nel 2008 Amodeo ha ottenuto per i suoi allevamenti il presidio Slow Food per la tutela dell’ape nera e nel 2011 è partito un progetto di reintroduzione e di conservazione dell’ape mellifera sicula allo scopo di tutelare la sottospecie autoctona siciliana e il suo patrimonio genetico da lui salvaguardato nei primi anni nell’isola di Ustica e successivamente sulle isole di Alicudi, Filicudi e Vulcano.                                                                                                                                                  IMG_20160701_184829_1