Gallina della Valplatani

Sharing is caring!

 

  •                               Gallina  Valplatani.

  • Razza inserita negli elenchi dell Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) per la salvaguardia delle razze in via d’estinzione, T.R.S (Tutela razze Siciliane) si è occupata dei censimenti, caratterizzazione e recupero, detiene i registri e ne certifica la provenienza, la purezza e le linee geneticamente pure, detiene lo standard di razza. Qualsiasi materiale informativo sulla razza, esemplari selezionati, standard e dati sono coperti da copyright per tanto  l’uso può essere fatto solo dopo preventiva comunicazione all’Associazione di Tutela, eventuali frodi  verranno subito segnalate alle autorità giudiziarie.                 

  • E’ un’antica razza di Pollo locale autoctono allevata dai nostri vecchi contadini e pastori in tutte le fattorie rurali delle campagne della Vallata del Fiume Platani e loro affluenti di cui prende il nome, diffusa nelle zone della Montagna di Monte Cammarata sino ad arrivare ai Monti Sicani, comprese le zone limitrofe a dell’Agrigentino come pure del territorio del Nisseno.
  • La testa è abbastanza larga e profonda, il becco è un pò curvo, gli occhi sono vivaci, grandi di colore rosso-arancio, la cresta è rossa semplice, portata verticale nel Gallo e poco inclinata nella Gallina su un lato, gli orecchioni sono di colore rosso e in alcuni soggetti è ammessa una leggera presenza di bianco al centro, il collo è lungo dotato di un’abbondante mantellina nei Galli, le spalle sono larghe, le ali sono lunghe aderenti al corpo, la coda è portata alta quasi a scoiattolo con lunghi falciformi nei Galli, il petto è portato alto pieno ed arrotondato, le zampe di media grandezza, sono dotati di tarsi nudi colore ardesiae in alcuni verde Salice.
    E’  un pollo molto rustico e vivace, resistente alle malattie e nelle fattorie  sono allevati in libertà sanno foraggiarsi da soli e spesso si allontanano in gruppi anche per diverse centinaia di metri dai loro pollai alla ricerca del cibo ed in caso di pericolo, se sono inseguiti da Volpi o Cani randagi, la prima Gallina che se ne accorge (e che spesso a turno una di loro fa da guardia), con un grido dall’allarme avvisa  tutte le altre, che sanno fare voli brevi e le permettono la fuga, dopo essersi sollevate da circa 2 metri dal suolo e dopo aver battuto continuamente le ali per una decina di metri, continuano a volare con il loro volo planato come quello delle starne e delle faraone fino all’abitazione rurale o fino ai pressi dei loro pollai, specialmente quando i terreni sono in pendenza o quando vi è l’erba alta, oppure quando vi sono le stoppie con la paglia ancora nel terreno e dopo essere arrivate.
  • Il loro peso è di circa kg 2,300 per i Galli e di kg 1,600-1,800 per le Galline; le Pollastre a circa 6 mesi producono circa 200 uova bianche di forma ovale del peso  di 60-70 grammi nel primo anno di deposizione, la loro pelle è giallastra e le loro carni sono ottime e saporite.
    La Gallina della Val Platani rappresenta il classico pollo italiano della colorazione selvatica argentata, il gallo tante volte ha le spalle rosse le galline vanno dal frumento al selvatico, sia argento che melanizzato.

 

La Gallina Valplatani è un ottima volatrice  se la cava anche bene contro i predatori naturali ,il suo naturale ambiente sono le antiche masserie e casali e oggi gli agriturismi o i privati che vogliono un pollo super rustico e quasi selvatico.

La Gallina Valplatani è una razza con registro di razza tenuto dall’associazione T.R.S è inserita tra le razze in via d’estinzione nell’elenco della Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) attualmente la caratterizzazione e le indagini genetiche sono in corso con un importante progetto europeo.

                            Standard

Area di origine: Sicilia 

Tipo e indirizzo produttivo:   Pollo tipico mediterraneo,elevatissima rusticità e indipendenza, ottima ovaiola al pari della Livornese da capannone, elevato indice di accrescimento.

Dati Biometrici :Gallo 2300-2500 a un anno di età, gallina 1600-1800

Uovo: Deposizione 220 annue circa, guscio bianco 

Anello: 18mm Gallo 16mm gallina.

Caratterizzazione:

Testa a forma di uovo, non troppo allungata 

Becco: Colore corno con striature scure.

Occhi: Rossi, arancio 

Cresta: Semplice, ben sviluppata, nel gallo è portata dritta con denti simmetrici e ortogonali rispetto l’occhio. Il numero non deve essere superiore a cinque, nella gallina è ammessa la piegatura se in deposizione.

Bargigli: Rossi ben allungati e senza piegature.

Faccia: Rossa, ammessa lieve peluria 

Orecchioni: rossi con presenza di bianco ammessa nella percentuale di 1\3 

Dorso: Di  lunghezza inferiore alla misura alare. 

Ali : Grandi di misura superiore al dorso di almeno cinque centimetri per permettere voli radenti, robuste con muscolatura visibile. 

Coda: Timoniere ben sviluppato e impiumata.

Petto: Snello, non arrotondato.

Pelle: Grigio-gialla

Colorazione: SELVATICA 
GALLO 
Testa, mantellina, groppa bruno-rosso con fiamme nere; groppa anche senza fiamme. Spalle, dorso e piccole copritrici delle ali bruno 
scuro. Remiganti primarie nere con bordo delle barbe esterne bruno. Remiganti secondarie con barbe interne nere e barbe esterne 
brune che formano il triangolo dell’ala. Fasce dell’ala nere. Petto, ventre e gambe nere, qualche traccia bruna ammessa. Coda nera a 
riflessi verdi. 
GALLINA 
Testa e mantellina bruno dorato con fiamme nere. Petto salmone. Mantello bruno con fievole pepatura nera e rachide bruno chiaro. 
Gambe grigio-bruno. Ventre grigio-nero. Piccole differenze di sfumature e qualche traccia nera nel mantello ammesse. 

DORATA FRUMENTO 
GALLO 
Testa, mantellina e groppa bruno rosso dorato. Dorso bruno. Piccole copritrici delle ali e spalle rosse. Grandi copritrici delle ali, che 
formano le fasce dell’ala, nero brillante. Remiganti, primarie e secondarie, bruno rosso con barbe esterne parzialmente con tratti 
longitudinali neri, ad ala chiusa le remiganti secondarie brune formano il triangolo dell’ala. Parte anteriore del collo, petto, ventre, gambe 
e coda nero a riflessi verdi. 
GALLINA 
Testa e mantellina bruno rosso con parzialmente delle fiamme nere. Mantello ed ali color frumento. Petto e ventre un po’ più chiari. 
Barbe esterne delle remiganti secondarie (triangolo dell’ala) color cannella. Barbe interne bruno nero. Coda nero opaco con orlatura frumento.

Le due grandi copritrici della coda sono color cannella chiaro con al centro bruno nero. 
Difetti Gravi: 
Gallo: assenza del triangolo dell’ala. 
Gallina: bianco nel piumaggio del mantello. 
Nei due sessi: molte tracce farinose; fiamme grossolane o che sfondano l’orlatura; 

ARGENTATA FRUMENTO 

GALLO 
Testa arancio dorato. Mantellina e groppa giallo oro che passa al brunastro verso il basso , con orlatura argento. Dorso e piccole 
copritrici delle ali arancio sostenuto. Remiganti secondarie con barbe interne nere e barbe esterne, che formano il triangolo dell’ala, 
bianco giallastro, leggera intrusione di bruno verso l’interno tollerata, remiganti primarie nere con leggero bordo bianco esterno. Grandi 
copritrici delle ali, fasce dell’ala, nere con riflessi brillanti verde bluastro. Petto, ventre, gambe e coda nere. 
GALLINA 
Testa color frumento. Mantellina bruno opaco con orlatura argento, qualche fievole traccia nera ammessa nella parte inferiore. Dorso e 
mantello frumento chiaro, triangolo dell’ala un po’ più scuro. Remiganti color frumento con tracce nerastre sulle barbe interne. 
 

                                

Breve video .

mah02519

Sharing is caring!