iBan IT09P0760105138219884219887

Il Progetto

Sharing is caring!

Il progetto

Dai voce alla biodiversità siciliana ,estinguersi è per sempre !

Il problema cui si intende far fronte

Sostenibilità ambientale e alimentare e valorizzazione del territorio.Salvaguardia della biodiversità animale ,vegetale e alimurgica delle varietà agricole siciliane .Salvaguardia delle tipicità agricole e ricerca di sistemi produttivi ecosostenibili .Produzione controllata della filiera del cibo ,tutela delle tipicità agroalimentari e tradizionali .Aiuto concreto delle piccole aziende agropastorali nella conversione biologia e a km 0 ,aiuto nella commercializzazione dei prodotti .

La soluzione e gli obiettivi

La nostra soluzione per la salvaguardia delle razze e delle varietà agricole è commercializzazione e dei prodotti a essi collegati ,una razza di pecora si salva con il suo prodotto finale che è il formaggio da essa prodotto ,un prodotto unito alla salvaguardia e con un marchio ben distinguibile da altri prodotti ,prodotti unici che tutelano l’ambiente e rispettano disciplinari molto rigidi, prodotti di alta qualità ,prodotti controllabili direttamente con una semplice APP telefonica ,che attraverso un software di gestione dedicato possa risalire alla filiera di produzione .Il nostro obbiettivo è quello di fare entrare in stretto contatto il consumatore con il produttore ,un produttore particolare che tutela l’ambiente ,le razze e le varietà agricole . L’obbiettivo prossimo è la realizzazione di un laboratorio di produzione e un arca dove sarà possibile toccare con mano le tipicità ,gli animali e i frutti siciliani .

Target di riferimento/beneficiari

• comprendere e capitalizzare bisogni e risorse della comunità integrandoli in esperienze coordinate, innovative che massimizzino l’efficacia e l’efficienza degli interventi;

•incentivare l’innovazione nei modelli di welfare di comunità sperimentando forme di produzione di prodotti/servizi ad alto valore aggiunto sociale;

• favorire l’integrazione tra i diversi attori dell’Agricoltura (imprese agricole, cooperative, imprese sociali e non, associazioni, istituzioni, enti di ricerca, ecc.) e la realizzazione di buone pratiche “modellizzabili”. I nostri Target di riferimento sono principalmente ,l’educazione ambientale e alimentare, la salvaguardia della biodiversità, la conoscenza del territorio mediante e didattiche ai bambini in età prescolare e di persone in difficoltà sociale,fisica e psichica.

In che modo il progetto interpreta la sfida dell’occupazione e occupabilità dei giovani?

L’uso della tecnologia con la digitalizzazione dei prodotti agricoli e la vendita online è una sfida che interessa direttamente la fascia giovane della popolazione .L’educazione dei giovani all’ambiente e alla tutela della biodiversità agricola è strettamente collegata ai giovani che devono farsi loro stessi garanti del progetto , affidamo  razze e varietà molto rare a giovani  per responsabilizzarli e per avere la consapevolezza delle potenzialità delle biodiversità e per renderli partecipi dell’intero programma che svilupperemo e saranno loro la continuità del progetto .

Impatti diretti

L’impatto iniziale coinvolgerà almeno tre giovani al di sotto dei 35 anni , il primo nucleo di una cooperativa sociale che salvaguardi la prima razza siciliana e si dovrà occupare della vendita del prodotto collegato .La scelta è ricaduta su un animale semplice da gestire e per la quale già abbiamo verificato la rendita economica ,la cooperativa sarà affiancata da una ditta individuale che opera già nel settore  .Il secondo anno partiremo con un altra razza e cooperativa e faremo da supporto tecnico economico . Una persona si occuperà della gestione amministrativa dei singoli progetti e sarà inquadrata con progetti a termine .

Impatti indiretti

Il primo impatto indiretto è l’educazione ad un economia agricola sostenibile ,la creazione del modello sociale di un azienda versatile  che creda nel territorio ,e nei suoi prodotti ,avvicinerà molti giovani che adesso preferiscono disertare l’agricoltura e che non sono incentivati dal mercato globale dei prezzi dei prodotti. Nuovi agricoltori che innovano con un sistema versatile , utile per l’ambiente ma soprattutto orientato a prodotti di alta qualità .La filiera agricola ha un impatto economico sull’intero sistema produttivo del cibo e il primo anno almeno altri tre soggetti della filiera ,come i produttori di grano ,fieno ecc usufruiranno del miglioramento e saranno direttamente proporzionali con l’avanzare del progetto ,il secondo anno potrebbero essere anche 14 soggetti tra diretti e indiretti e il terzo anno ben 20 .Il progetto coinvolgerà i  soci dell’associazione  T.R.S. (Tutela Razze Siciliane) hanno aderito .

Eventuali impatti su categorie vulnerabili

Nel progetto parteciperanno giovani disoccupati , da inserire socialmente ,si tratta di un target primario , ci siamo affidati a un associazione di solidarietà per individuare i soggetti che ne usufruiranno . Nel progetto parteciperanno giovani figli di titolari di aziende agricole già soci di T.R.S.(Tutela Razze Siciliane) ,il loro scopo è formativo dei nuovi giovani .Un altra categoria che sarà interessata al progetto sono gli anziani a loro è rivolto con attenzione la memoria storica dei prodotti tipici e la rivalutazione con le le loro testimonianze .Nella sede è in costruzione l’arca storica una serie di documenti ,foto storiche delle razze siciliane , la visione dei frutti antichi e di alcuni prodotti caseari .

Come si realizza il progetto?

Allevamento ,coltivazione e trasformazione dei prodotti agricoli tipici siciliani ,realizzazione della prima startup presso la sede dell’associazione T.R.S .(Tutela Razze Siciliane). Selezione produttiva ,istituzione del marchio di controllo ” Siciliare” ,istituzione disciplinare di produzione ,istituzione codice etico , controllo delle cooperative associate e delle nuove nate ,centro assaggi presso la sede T.R.S. ,laboratorio sperimentale per il controllo dei prodotti .Costituzione della rete della filiera corta .Raggiungere i consumatori , attraverso i mercati rionali e la vendita diretta nei ristoranti .Attraverso una piattaforma dedicata di negozi online . Sistemazione parte della sede T.R.S con locale laboratorio , locali stagionatura prodotti ,locali etichettatura e confezionamento .

Proposta di valore

1)Apportando innovazione ;

la creazione del marchio siciliare utilizzando un  marchio/status per trasmettere un’identità e un etichetta verificabile con un APP che ti collega direttamente alle caratteriste del prodotto alimentare .

2)Alta qualità del prodotto ;

rendendolo verificabile online l’intera filiera ,e confrontarlo con prodotto analogo della filiera delle multinazionali ,esempio residui tossicologici presenti nei formaggi .

3)Codice etico ;

La produzione di cibo nel rispetto di un codice sottoscritto dagli allevatori che permetta agli animali una vita dignitosa .

4) La salvaguardia delle biodiversità ;

con l’acquisto del prodotto aiuti a salvaguardare la biodiversità e i sistemi produttivi tradizionali .

5)Prodotti a zero impatto ambientale ;

prodotti biologici e che rispettano l’ambiente ,e valorizzano il territorio.

6) Formazione della clientela ;

attraverso meeting e divulgazione in rete .

Team di riferimento ed esperienza nell’ambito del progetto

Il gruppo di lavoro dell’associazione T.R.S (Tutela Razze Siciliane ) ,l’unica prima associazione che è nata con lo  scopo di  tutela della biodiversità agricola siciliana ,ha un esperienza specifica , siamo i primi a censire gli animali autoctoni ed aver redatto il primo elenco delle razze siciliane ,i primi a ricercare i prodotti agricoli tipici e fare ritrovamenti eccezionali .Il supporto tecnico deriva da numerosi agronomi , università ,ricercatori autonomi e numerose aziende agricole . Impegnati in prima linea nel riconoscimento ufficiale di molte razze e varietà ,impegnati nella conservazione , diffusione della biodiversità e nella selezione . Impegnati nella diffusione dei prodotti tipici siciliani .Fanno parte del team numerosi studenti universitari che hanno realizzato già delle tesi di laurea tematiche e le stanno realizzando grazie al lavoro svolto dall’associazione .

Livello di impegno del team nel progetto e nell’organizzazione proponente

L’impegno della prima fase di realizzazione del progetto è stato notevole ,è ha riguardato un attenta analisi del progetto in ogni sua parte ,la diversa esperienza lavorativa del team ha portato notevoli benefici e in poco tempo abbiamo raggiunto obbiettivi che non ci eravamo proposti nel primo anno .Il livello che ha per noi questo progetto è sicuramente il prioritario esso assolve appieno le finalità dell’associazione . Il presidente dell’associazione T.R.S ha maturato diverse esperienze lavorative in molte O.N.G internazionali che riguardavano progetti di sviluppo economico in zone teatro di conflitti  ,progetti di sviluppo economico in aree remote . Questo progetto è  nato allo scopo di raggiungere gli obbiettivi nel più breve tempo possibile per dare occupazione ai giovani già in tempi brevi  .

Stato di avanzamento del progetto

Quello che abbiamo fatto : Organizzazione del team ,censimento prodotti ,verifica dei mercati ,business plan ,creazione del marchio ,creazione del sito di riferimento ,individuazione dei futuri clienti ,individuazione sede ,lancio sul mercato di qualche prodotto in via sperimentale ,censimenti animali, varietà e prodotti autoctoni siciliani , selezione animali ,selezioni varietà da frutto ,sottoscrizione con gli allevatori di standard ,richieste in vari enti per il riconoscimento delle razze questi sono i primi obbiettivi raggiunti .

Dimensione, struttura e tipologia dei costi

Primo anno . Costo di materiali per ristrutturazione 28.000 euro il costo della manodopera 35.000 Costo registrazione marchio 3000 ,il Costo dell ‘ App dedicata 2000 il costo mantenimento animali 6000, il costo imballi etichettatura ecc 5000,il c osto personale a progetto 7000 per un Tot 86.000 per il primo anno . Secondo anno Personale a progetto 14000 per il controllo qualità 3000  per la pubblicità 5000 per confezioni-etichettatura 8000 per un totale . 30000 euro

Investimenti necessari

I primi investimenti ,quelli più immediati sono la riqualifica della struttura(In Corso ) e la manodopera necessaria ,la registrazione del marchio ,il controllo dei prodotti ,il loro confezionamento . Il primo anno il team sarà costituito da volontari che faranno da battistrada per i giovani imprenditori ,solo un unità è prevista per il progetto con un valore di 7000 euro per il primo anno ,questa unità e quella che si occuperà della gestione del software di vendita e successivamente sarà implementata da un altra unità .La collaborazione con un associazione di solidarietà denominata ” gazebo della solidarietà ” ci aiuterà ad individuare i giovani che hanno socialmente più necessità di essere inseriti nel progetto .

Fonti di ricavo e di entrata

Le entrate sono cosi suddivise:

1)Royality di accesso per l’utilizzo del marchio da parte di di aziende private .

2) Quota di accesso nel centro assaggi .

3) Percentuale sui prodotti tipici venduti .

4) Vendita animali allevati nell’arca .

Quando e come l’idea diventerà competitiva e sostenibile sotto il profilo economico?

Dopo il terzo anno la creazione della filiera corta abbatterà sensibilmente i costi e il marchio sarà una garanzia di qualità e conosciuto ,il rientro dei capitali iniziali rientrerà dopo cinque anni .

Efficacia del progetto

L’impegno da parte dell’associazione T.R.S. sarà prioritario per questo progetto e il team dedicherà tutto il tempo disponibile ,perchè è il principale scopo dell’associazione .Questo è un progetto pratico e il Team degli esperti farà da tutor ai giovani che dovranno essere indipendenti e operativi in pochi mesi .Abbiamo individuato i primi prodotti che dovranno essere subito lanciati e pubblicizzati .Volontari e dipendenti dovranno apprendere e conoscere i prodotti ,devono saper gestire l’arca degli animali e occuparsi a loro volta della formazione delle scolaresche che verranno a farci visita .

Elementi critici e rischi

Il rischio principale può essere il mancato introito a causa dei prodotti con prezzo superiore a quelli di mercato. I prodotti di nicchia ,la tipicità saranno il punto di forza ,e si punterà anche a prodotti salutari , per intolleranti e allergici ,mercati che non subiscono grosse variazioni. Diversificare le entrate riduce il rischio che c’è nel puntare a un solo prodotto .

Mercato e posizionamento competitivo

Il mercato di riferimento sono i prodotti tipici locali ,DOP, IGP, STG e IG italiani ,la Sicilia è la regione che meno certificazioni e ha il 50% di biodiversità Italiana .Pochi prodotti sono collegati direttamente alle razze e c’è ne sono molti sconosciuti anche agli addetti ai lavori . Le ricerche della nostra associazione hanno portato alla scoperta o riscoperta di tipicità uniche è su questi prodotti che vogliamo puntare .

Principali elementi innovativi di prodotto/servizio

La caratterizzazione del Marchio Siciliare ,le unicità dei prodotti ,uova della razza siciliana ,allevata a terra con grano “russello” o” tumminia” varietà locali , Olio di Iperico ,prodotto con olio d’oliva di Caltabellotta , caprini stagionati con antiche tecniche , etichettatura tracciabile online ,visita dei produttori ,centro assaggi ,saranno i punti di forza .

Principali elementi innovativi relativi all’organizzazione / erogazione del servizio

La principale innovazione è un APP collegata all’etichetta con la quale sarà possibile essere collegati al prodotto e conoscere i dettagli ,ma soprattutto a esami specifici di tossicità ,contenuto di sostanze estranee ecc Inutile avere una certificazione bio se poi non conosciamo la reale tossicità del prodotto .

Scalabilità

La globalizzazione ci impone tempi brevi ,l’agricoltura italiana e siciliana cosi com’è strutturata è destinata a scomparire.La conversione in un agricoltura consapevole ,salutare, tracciabile e che tuteli la biodiversità è un opportunità che non possiamo farci scappare .Il nostro obbiettivo è che il nostro modello sia da esempio per tutti i contadini convenzionali e che si riesca a realizzare in tempi brevi . l’investimento in base la taratura del progetto non è alto e se si pensa a progetti internazionali come i presidi Show Food ,hanno una ricaduta notevole sulle economie locali . La problematica dei presidi ,oggi è un prezzo poco competitivo e la poca sicurezza della genuinità del prodotto ,il nostro prodotto punta invece su eccellenze ancora non conosciute dai consumatori .

Replicabilità, in altri contesti e grazie ad altri operatori

Il modello è replicabile sotto il nome di Siciliare per i punti di assaggio ,in tutta la regione .La Fee d’ingresso e la percentuale sui prodotti sono le condizioni .Il modello di riferimento sarà il primo centro assaggi .I Primi anni saranno per la prima struttura e si penserà al rientro dei capitali ,solo negli anni successivi alla pubblicità del marchio Siciliare si passerà all’apertura di altri punti assaggi ,che devono essere dello stesso stile della prima sede .

Fabbisogni e aspettative

Oltre al sostegno finanziario, quali sono le aree che necessitano di maggiore supporto?

Il maggiore supporto occorre nella pubblicità dell’idea e nella conoscenza del marchio .Il Marchio già in Sicilia è abbastanza conosciuto grazie al sito e alle pubblicazioni sui social nei motori di ricerca se si cerca” razze siciliane” siamo nei primi 5 ,ma se digitiamo Prodotti tipici siciliani non siamo neanche tra i primi 50 ,per questo serve indicizzare il Marchio e raggiungere almeno i primi 20 .

Sharing is caring!